DISEGNO DI LEGGE PER PER CONTRASTARE IL BRACCONAGGIO IN ACQUE INTERNE

Si è tenuta stamani una conferenza stampa a #PalazzoMadama, sede del Senato della Repubblica, nella quale è stato presentato il ddl 1335 modifiche art. 40 legge 154 in materia di contrasto al bracconaggio ittico delle acque interne.

Il testo può essere letto qui http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/FascicoloSchedeDDL/ebook/51895.pdf

Prevede una serie di misure per contrastare il fenomeno del bracconaggio nelle acque interne che rafforzano gli strumenti a disposizione delle forze dell’ordine per combattere questa grave piaga.

Presente il ministro dell’agricoltura Centinaio, il sottosegretario alla presidenza del consiglio Guidesi, il presidente del gruppo #LegaSenato Senatore Romeo, l'Onorevole Piastra e i senatori Bossi e Campari, primi firmatari della misura.

Presente stamani anche il direttore della FIOPS - Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva Francesco Ruscelli che ha ringraziato per l’attenzione, posta su questo delicato tema, gli esponenti del Governo e i parlamentari che hanno intrapreso l’iniziativa legislativa.

Il disegno di legge rappresenta un passo avanti molto importante nella lotta al bracconaggio e se ne auspica una veloce approvazione in entrambi i rami del parlamento affinché possa diventare presto legge dello Stato.

Il direttore Ruscelli ha anche evidenziato il danno che il bracconaggio comporta non solo ai pescatori e agli stock ittici ma anche all’indotto economico legato alla pesca sportiva e ricreativa e ha evidenziato l'importante collaborazione tra politica, forze dell’ordine e volontari delle associazioni che vivono sul territorio e operano come guardie ittiche volontarie nell’elaborazione del testo.

Infine Ruscelli ha auspicato che si arrivi presto anche a una riqualificazione giuridica del reato che consenta di inquadrarlo giuridicamente non più come contravvenzione ma come delitto.