QUESTIONE RIAPERTURA NEGOZI DI PESCA

QUESTIONE RIAPERTURA NEGOZI DI PESCA

👉Le attività di vendita al dettaglio risultano generalmente ancora sospese fino alla data annunciata del 18 maggio ma è possibile effettuare la vendita a domicilio.

👉Nei giorni scorsi e anche stamani abbiamo inviato una formali richieste di riapertura anticipata in questa settimana dei negozi che vendono articoli per la pesca sportiva.

👉Attraverso l’utilizzo delle mascherine e degli altri strumenti di sicurezza, le regole del distanziamento sociale e dell’ingresso contingentato nei negozi di pesca, dove i pescatori si riforniscono di esche e di attrezzature, riteniamo che possa essere garantita sia la sicurezza del personale addetto, sia la sicurezza dei clienti.

👉Tutto questo mondo ed il suo indotto stanno attraversando una drammatica crisi e c’è il rischio della non riapertura di molte attività a causa degli conseguenza economiche dell’attuale situazione di emergenza sanitaria.

👉Riteniamo che non si possa penalizzare ulteriormente un settore sportivo come questo, ma anche economico, che coinvolge milioni di persone nel nostro paese e che muove un indotto da circa tre miliardi di euro all’anno.

👉👉Per tutto quanto detto sopra la FIOPS HA RINNOVATO STAMANI LA RICHIESTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE ED AI MINISTRI DELL’AGRICOLTURA E DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE affinché le attività di produzione e vendita di articoli ed essa destinati riaprano nella settimana in corso e non il 18 maggio come preannunciato per tutti i negozi di vendita al dettaglio.

👉La Fiops rimane, inoltre, a disposizione delle istituzioni per qualsiasi ulteriore supporto di carattere tecnico che si renda utile nell’affrontare l’attuale situazione.

👉Ricordiamo tuttavia che come previsto nelle FAQ sul sito del governo è possibile già da svariati giorni effettuare la vendita a domicilio e per corrispondenza.

Ecco la domanda e la risposta in dettaglio:

✔️DOMANDA
I negozi e gli altri esercizi di commercio al dettaglio che vendono prodotti diversi da quelli alimentari o di prima necessità e che quindi sono temporaneamente chiusi al pubblico, possono proseguire le vendite effettuando consegne a domicilio?

✔️RISPOSTA
Sì, è consentita la consegna dei prodotti a domicilio, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale. Chi organizza le attività di consegna a domicilio - lo stesso esercente o una cd. piattaforma - deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro (i prodotti di prima necessità sono elencati nell’allegato 1 al Dpcm 10 aprile 2020). È altresì consentita la vendita di ogni genere merceologico se effettuata per mezzo di distributori automatici.

http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa

👉👉La FIOPS è la FEDERAZIONE ITALIANA OPERATORI PESCA SPORTIVA. Oltre alla difesa, valorizzazione e promozione della pesca sportiva il nostro obbiettivo consiste nella rappresentanza degli interessi economici del settore. 🎣🎣

⭕️Caro negoziante, iscriviti anche tu alla FIOPS se vuoi che i tuoi interessi siano tutelati. ⭕️

Siamo gli unici che ti hanno dato voce in queste settimane.

▶️▶️Puoi iscriverti online a questo link:

http://tessere.fiops.it/home/index/1


#avantiinsieme #fiops