IL GOVERNO TUNISINO VIETA LA PESCA SPORTIVA DALLA BARCA

Oggi vi raccontiamo una storia assurda.

Alcuni giorni fa il Direttore della FIOPS Francesco Ruscelli è stato contattato da un imprenditore nautico tunisino Ben Yakoub Lassaad per chiedere il sostegno della FIOPS nella battaglia che i pescatori sportivi tunisini stanno facendo contro il Ministero della Pesca e dell’Agricoltura tunisino che ha vietato la pesca sportiva dalla barca in Tunisia con l’assurda motivazione che i pescatori sportivi sono troppi e vuotano il mare.

I pescatori sportivi potranno pescare con la canna solo da riva.

Ci chiediamo se nel 2017 possano succedere cose come questa nel mediterraneo.

E speriamo che qualche politico italiano, non pensi di provare ad estendere la misura anche in Italia!

La verità è che ovunque si cercano soluzioni sbagliate al vero problema del mediterraneo che è la carenza di pesce alla quale si può ovviare solo con piani strategici di implementazione degli stock ittici gestiti con gli ittiocultori attraverso piani di ripopolamento mirati e su vasta scala dei nostri mari, come proposto dalla FIOPS.

Detto questo esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza agli amici pescatori sportivi tunisini e invitiamo tutti a condividere le immagini delle manifestazioni fatte in Tunisia.

Basta colpire la pesca sportiva!