Pesca sportiva nei porti. Il commento del direttore della FIOPS

A seguito del comunicato della Regione Toscana (nell'articolo sotto) sull’incontro convocato ieri per giungere alla firma di un protocollo d’intesa per la pesca sportiva nei porti della Toscana, inviamo il commento del direttore della FIOPS - Federazione Italiana Operatori Pesca SportivaFrancesco Ruscelli.

“La direzione è quella giusta. Stiamo procedendo con passi sicuri e decisi verso la firma di un protocollo d’intesa storico per la regolamentazione della pesca sportiva e ricreativa nei porti della Toscana. Per questo mi sento di ringraziare l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli non solo per l’interesse da subito dimostrato per la questione ma anche per l’impegno pratico nel raggiungere un obiettivo ambizioso ma molto atteso.

L’incontro che si è svolto ieri è stato un momento utile e costruttivo anche per affrontare il tema dell’ordinanza numero 11 dell’Autorità di Sistema portuale del mar Tirreno settentrionale - dove viene vietata la possibilità di usare come punto di ormeggio la Diga Curvilinea, la Diga della Vegliaia e la Diga della Meloria – contro la quale i pescatori sportivi a Livorno hanno organizzato un’accesa protesta capitanati dal pluricampione di pesca in mare Marco Volpi. Come Fiops ci siamo immediatamente interessati all’argomento chiedendo incontri, confronti e offrendo la nostra massima disponibilità nel farci portavoce delle preoccupazioni dei pescatori.

Apprezziamo l’apertura dimostrata dall’Authority per affrontare la problematica. Riteniamo, tuttavia, necessario poter effettuare nei prossimi giorni un sopralluogo congiunto fra i responsabili dell’autorità portuale e le rappresentanze istituzionali e dei pescatori per approfondire le ragioni di messa in sicurezza dell’area che stanno alla base dell’ordinanza e valutare la possibilità di trovare soluzioni che possano venire incontro alle richieste legittime avanzate dai pescatori sportivi e ricreativi livornesi”.